L’aria che cambia..

Il vento impetuoso ed il mare in tempesta lasciano testimonianza sulla riva: una conchiglia, un’alga ed anche un mare di plastica. Il rigetto della natura all’azione di un figlio forse che non le è riconoscente (vedi origine dell’uomo attribuita all’ambiente marino). Siamo figli di una terra che dovrebbe essere per noi una casa, ed in quanto tale, si presume che ne dovremmo avere cura. Non dimentichiamo che il mare è la nostra culla ed il terreno che calpestiamo e l’aria che respiriamo non sono nostri, ma come dice un famoso proverbio indiano..

“La terra non è eredità ricevuta dai nostri padri ma un prestito da restituire ai nostri figli”