L’importanza di monitorare i siti Natura 2000 – Il corso a Favignana dal 16 al 19 maggio 2019

Habitat 1120* “Praterie di Posidonia oceanica

L’Unione Europea attraverso la Direttiva Habitat (Direttiva 92/43/CEE) relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche, intende proteggere la biodiversità attraverso la conservazione degli habitat. Per il raggiungimento di tale obiettivo l’Unione Europea, mediante tale Direttiva, ha previsto la costituzione di una Rete Ecologica Europea di siti denominata Rete Natura 2000 (si tratta di una rete ecologica diffusa su tutto il territorio dell’Unione per garantire il mantenimento a lungo termine degli habitat naturali e delle specie di flora e fauna minacciati o rari a livello comunitario).

La Rete Natura 2000 è costituita da Zone Speciali di Conservazione (ZSC) istituite dagli Stati Membri secondo quanto stabilito dalla Direttiva Habitat, e comprende anche le Zone di Protezione Speciale (ZPS) istituite ai sensi della Direttiva 79/409/CEE “Uccelli”.

Le aree che compongono la Rete Natura 2000 non sono riserve rigidamente protette dove le attività umane sono escluse; la Direttiva Habitat intende garantire la protezione della natura tenendo anche “conto delle esigenze economiche, sociali e culturali, nonché delle particolarità regionali e locali” (Art. 2). Soggetti privati possono essere proprietari dei siti Natura 2000, assicurandone una gestione sostenibile sia dal punto di vista ecologico che economico.

Nell’ottica della Rete Natura 2000 lo strumento fondamentale per la conoscenza e la gestione delle problematiche ambientali, a supporto della pianificazione, della valutazione, delle politiche ambientali, è rappresentato dal
monitoraggio ambientale.

In prospettiva di questa necessità molti professionisti del settore ambientale stanno cercando di migliorarsi a vicenda ed accentrare gli scambi culturali tra loro, promuovendo anche corsi finalizzati all’adeguamento degli standard richiesti dalla comunità europea, agenzia, enti, ecc .

Proprio in quest’ottica si sta cercando di promuovere sulla mia amata Favignana il CORSO DI TECNICHE DI MONITORAGGIO SUBACQUEO  DEI SITI NATURA 2000. Il corso al raggiungimento minimo di 10 partecipanti (iscrizioni fino al 30/04/2019) si svolgerà dal 16 al 19 maggio.

Per maggiori info: Clicca qui

Habitat 1170 “Scogliere”. In foto il trottoir a vermeti (clicca qui)