Non credeteci sognatori

Non credeteci sognatori, noi rivolti agli studi del mare e dell’ambiente.

L’elegante sinuosità della bella alga Coda di Pavone che si può incontrare in prossimità della superficie durante una nuotata.

In ogni discussione che si apre con chi ci chiede del nostro lavoro c’è uno sguardo di ammirazione e stupore. Non siamo filosofi o sognatori, ma cerchiamo nella certezza dei fatti, nata anche da una visione fatta di ipotesi e verifica delle ipotesi ciò che crediamo possa servire a tutti noi, per un futuro migliore. Vivere bene oggi, domani ed un giorno che sarà. Siamo biologi non per scelta, ma per vocazione. Il bene comune sopra ogni cosa. Viviamo in una società basata sull’economia. L’economia muove il mondo, ma il mondo è fatto di persone ed esseri viventi e si articola in sottili legami invisibili ai nostri occhi. Siamo in un sistema aperto dove tutti siamo collegati. I benefici ambientali si ripercuotono strettamente sui benefici economici. Per capire questo legame, basta il semplice esempio del turismo basato sulla scelta spesso di posti belli da ammirare. Il nostro è lavoro spesso sottovalutato, ma che ricopre un ruolo cruciale tra quello che talvolta è considerato un mondo invisibile e l’economia. Ad oggi forse la consapevolezza di questi legami la si evidenzia dall’invasione della plastica, nata per bene, ma che oggi ci sovrasta, dandoci esempi lampanti del male che un eccesso può generare. Non credeteci sognatori.